Luoghi d’Ombra

Antologia di racconti "Luoghi d'Ombra" Ed. L' Inedito "Ognuno di noi è una luna. Ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno". Così diceva Mark Twain; così inizia l'antologia di racconti "Luoghi d'Ombra". Ancor più accentuato, questo lato oscuro, appare racchiuso tra le dita di quei giocolieri di parole che sono gli scrittori.... Continue Reading →

Terre di Confine di Fabio Martini (Ed. L’Inedito)

L'ho centellinato, come un ottimo Rum consumato in solitaria, quasi che il minimo sospetto di altre presenze avesse potuto turbarne l'essenza. Il silenzio è il filo sottile, la borderline in cui Fabio anima e si anima. Un pò bambino e un pò barbone; un pò italiano un pò spagnolo ma sempre un viaggiatore che, come... Continue Reading →

Storia breve di un pastore breve, di zucca

Questo racconto è stato selezionato per l'Antologia "Luoghi d'Ombra" - Ed. L'Inedito Gli avessero chiesto perchè aveva scelto di fare quel mestiere non avrebbe saputo rispondere. Seduto su una grossa pietra macchiata di licheni, il giovane pastore osservava quel gregge composto e incurante della sua presenza. Era quel manipolo di lana ammucchiata, cotonata dai rovi... Continue Reading →

Una vecchia cartolina

Il mercatino del giovedì era il suo settimanale momento ludico dopo che aveva deciso di arrendersi alla pensione. Una resa, già, perchè il pensiero del "cosafaròdopo?", della previsione oscura quanto certa di giornate trascorse in compagnia solo della noia e dei ricordi, era quanto di meno volesse, il professore, da quella esistenza riempita soltanto dal... Continue Reading →

Fiori d’Arancio

Non era mai dell'umore adatto quando doveva salire su un treno, così come non era mai dell'umore adatto quando doveva spostare il suo naso di qualche metro oltre la sua poltrona. Nello spazio sacro di due metri si era costruito il suo rifugio ed ivi esisteva tutto ciò di cui sentiva il bisogno. Uno schermo... Continue Reading →

La terza via

Guardai l'orologio e mi resi conto di quanto l'attesa possa tendere il tempo. Solo quarantacinque minuti prima avevo preso posto, disciplinata come gli altri, su una scomoda sedia di plastica, col seggiolino rigido come quelle sui banchi di scuola che non favoriscono certo l'attenzione! La piccola sala con le pareti bianco sporco, sicuramente non per... Continue Reading →

La Valigia Rossa

Sapeva che quell'attesa conteneva un insolito epilogo. Lo percepiva nell'aria immobile quasi a voler trattenere il fiato più a lungo, quasi a voler prolungare quel momento per darle un'ultima opportunità. Doveva scegliere, stavolta. Il mattino era iniziato senza presagi; lo stesso caffè a due di sempre; gli stessi sorrisi e i ti amo profusi nei... Continue Reading →

Devo dirti una cosa

“Devo dirti una cosa” disse al ragazzo che stava percorrendo, a rapide falcate, il corridoio, diretto alla porta d'ingresso. “Non ora, sono in ritardo” rispose il giovane finendo la frase oltre la soglia. Nonno Alessio si tolse un pezzetto di tabacco che gli era rimasto tra le labbra e, lentamente, riaccese, boccheggiando, la sua pipa... Continue Reading →

Ricordami

Non guardarmi adesso. Adesso che non conosco più il tempo. Adesso che non ho più specchi, più voce, più cuore Non guardarmi. Ora che i miei occhi sono lontani dal mare. Ora che ho dimenticato le parole. Non guardarmi ora che il mio grido si è spento, svanito tra estranee albe di sale. Non guardarmi...... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: