Le Torri del Vento

In ricordo di un amico... La finestra di questa stanza è il mio occhio sul mondo da cinque anni. Ho fatto i conti a mente: sono 1825 giorni, 43800 ore, 5 inverni, 5 estati, 5 primavere, 5 autunni. Oltre questo occhio una valle e, sullo sfondo, un altipiano che da qui pare l'abbiano tirato a... Continue Reading →

I Luoghi di Coscienza

“In un tempo lontano, talmente lontano che nessuno potrebbe più ritrovarne gli istanti, sorse una fiamma, una piccola flebile fiamma, nei luoghi oscuri di Coscienza. Ma la vergogna e la paura mantennero il segreto e il dubbio la nascose perchè anche nel cuore più muto alberga, fiduciosa, la speranza. Padri e madri, figli e nipoti... Continue Reading →

Tziu Cesare

Ho romanzato un triste fatto di cronaca accaduto i primi di dicembre 2020 qui, in Sardegna. "Affacciato alla finestra della rimessa, quella che dava sull'ingresso dell'azienda, Tziu Cesare attendeva. Era tutto pronto; la doppietta carica, il caffè e la pazienza che ne contraddistingueva il suo essere, da ottantacinque anni, un pastore. Era pacifico, Tziu Cesare,... Continue Reading →

2000 kilometri a Natale

Incipit: Ho raccontato a modo mio, una vicenda accaduta ad un caro amico, qualche anno fa... Un bellissimo giovane lo stava osservando: alto più della media, corporatura statuaria, occhi color della quiete marina resi ancor più carismatici dalla pelle abbronzata e dai tatuaggi tribali che ne facevano un'opera d'arte vivente. Sapeva vestirsi, sapeva corteggiare, sapeva... Continue Reading →

Luoghi d’Ombra

Antologia di racconti "Luoghi d'Ombra" Ed. L' Inedito "Ognuno di noi è una luna. Ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno". Così diceva Mark Twain; così inizia l'antologia di racconti "Luoghi d'Ombra". Ancor più accentuato, questo lato oscuro, appare racchiuso tra le dita di quei giocolieri di parole che sono gli scrittori.... Continue Reading →

Storia breve di un pastore breve, di zucca

Questo racconto è stato selezionato per l'Antologia "Luoghi d'Ombra" - Ed. L'Inedito Gli avessero chiesto perchè aveva scelto di fare quel mestiere non avrebbe saputo rispondere. Seduto su una grossa pietra macchiata di licheni, il giovane pastore osservava quel gregge composto e incurante della sua presenza. Era quel manipolo di lana ammucchiata, cotonata dai rovi... Continue Reading →

Una vecchia cartolina

Incipit Questo racconto nasce nello studio del professore al quale mi ero rivolta per ricerche personali. La penombra, suggestiva come l'arredamento datato; il portamento elegante e senza tempo del professore mi hanno condotta nell'oltre e narrato quello che sto per raccontarvi. Il mercatino del giovedì era il suo settimanale momento ludico dopo che aveva deciso... Continue Reading →

Fiori d’Arancio

Incipit: In tempo di lockdown forzato mi sono immaginata l'oscura presenza della solitudine coercitiva. Un uomo, incapace di affrontare una profonda sefferenza, si chiude in se stesso, rifugiandosi tra le sue quattro mura... Non era mai dell'umore adatto quando doveva salire su un treno, così come non era mai dell'umore adatto quando doveva spostare il... Continue Reading →

La terza via

Incipit: Guardavo distrattamente oltre il vetro appannato della cucina e ancor più distrattamente ascoltavo musica da YouTube. I video si susseguivano in automatico, riproducendo musica dopo gli annunci pubblicitari. Non so perché la mia mente registrò le parole scommesse di una donna malata di cancro. Fulmineo come il primo raggio di sole dopo una tempesta,... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: